Il Comune di Prato sottoscrive la Carta Internazionale dell’Artigianato Artistico | 07 Aprile 2021

Artex

Valorizzare e promuovere l’artigianato artistico pratese, le sue eccellenze locali e le attività tipiche attraverso azioni coordinate e a lungo termine: una sfida e insieme una promessa contenute tutte nella Carta Internazionale dell’Artigianato artistico sottoscritta oggi anche dal Comune di Prato. Il progetto è  promosso da Artex-Centro per l’Artigianato Artistico e tradizionale della Toscana insieme al Comune di Prato, CNA  Toscana Centro e Confartigianato Prato. Oggi la firma alla presenza del sindaco di Prato, Matteo Biffoni, la coordinatrice di Artex, Elisa Guidi,  il presidente di Cna Toscana Centro, Claudio Bettazzi, e il presidente di Confartigianato Prato, Luca Gusti.

 

La Carta Internazionale dell’Artigianato Artistico è nata dieci anni fa da un lungo percorso di condivisione e confronto e si è affermata come una base comune per la costruzione di strategie per lo sviluppo, la valorizzazione, la tutela e la promozione dell’artigianato artistico a livello nazionale e internazionale. Negli anni la rete di soggetti coinvolti si è allargata e rafforzata: ad oggi la Carta è sottoscritta da 9 paesi, 15 regioni italiane, 3 regioni francesi, e 15 soggetti tecnici specializzati, nazionali e internazionali. Tra gli obiettivi del documento: una maggiore comunicazione e promozione; progetti specifici e personalizzati di internazionalizzazione e commercializzazione; percorsi di innovazione ad hoc; rapporti costanti e creativi con il mondo dell’istruzione e della formazione; rapporti sinergici con le altre risorse del territorio, come turismo e sistema culturale. Ora anche Prato e le sue attività artigianali entrano in questa rete.

La firma da parte del Comune di Prato avviene nel pieno delle Giornate Europee dei Mestieri d’Arte (dal 6 all’11 aprile), l’evento internazionale che si svolge  in contemporanea in vari paesi per attrarre l’attenzione del grande pubblico sui mestieri d’arte e le professioni artigianali.

 

“La nostra città è una realtà artigiana per eccellenza, tanti sono i mestieri che si sono tramandati di generazione in generazione e che oggi abbiamo il dovere di tutelare e, soprattutto, far conoscere ai più giovani per non disperdere un patrimonio di conoscenze unico al mondo – ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni – . L’artigianato artistico ha la capacità di unire tradizione e innovazione, con un livello altissimo anche nei valori che rappresenta: qualità, etica del lavoro, rispetto dell’ambiente”.

 

“Oggi segniamo un passo importante nella tutela e promozione dell’artigianato artistico, coinvolgendo un territorio ricco di storia e tradizione che darà un contributo importante alla missione e agli obiettivo che la Carta intende perseguire – ha detto il presidente Artex Giovanni Lamioni – L’attività che vogliamo  portare avanti vuole essere anche un acceleratore del motore di ripresa, supportando le tante attività che in questi mesi drammatici hanno subito la crisi e le conseguenze dei vari lockdown. E’ necessario intervenire in maniera sinergica per dare una prospettiva futura solida al settore, valorizzando l’artigianato artistico locale e incentivando i processi di cambiamento in atto per uno sviluppo sostenibile di realtà così preziose per il territorio sia da un punto di vista sociale e culturale che economico ed occupazionale”

 

➡️ SCARICA LA CARTA INTERNAZIONALE DELL’ARTIGIANATO

➡️ SCARICA L’ALLEGATO

➡️ SCARICA LA LISTA PROMOTORI E SOSTENITORI