Contributi a fondo perduto: l' Agenzia delle Entrate definisce le modalità per ottenerli

E' uscito il provvedimento delle Agenzie delle Entrate con  le modalità per ottenere il contributo a fondo perduto previsto dal DL Rilancio in favore delle imprese e delle partite IVA colpite dalle conseguenze economiche del lockdown.

 

A partire dal 15 Giugno e fino al 24 agosto 2020   le imprese interessate potranno richiedere il contributo, anche avvalendosi di un intermediario,  inviando l'apposito modello mediante il canale telematico Entratel o mediante una specifica procedura web che l'Agenzia delle Entrate attiverà nel portale Fatture e Corrispettivi del sito www.agenziaentrate.gov.it 

 

Il contributo a fondo perduto può essere richiesto dalle imprese, dalle partite IVA o dai titolari di reddito agrario, a condizione che siano in attività alla data di presentazione della domanda di contributo.

 

Sono due i requisiti richiesti per ottenere il contributo:

- avere conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di Euro.

- l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di Aprile 2020 deve essere inferiore ai due terzi dell'analogo ammontare del mese di aprile 2019

 

Nel caso in cui il soggetto interessato abbia  avviato la propria attività a partire dal 1 gennaio 2019 il contributo spetta a prescindere dal calo del fatturato; stessa cosa per soggetti con domicilio fiscale o sede operativa nei Comuni colpiti da eventi calamitosi  ancora in emergenza al 31 gennaio 2020.

 

Come si calcola il contributo?

Alla differenza fra fatturato e i corrispettivi del mese di aprile 2020  e il valore corrispondente del mese di aprile 2019  si applicano le seguenti  percentuali:

- 20% se i ricavi e i compensi del 2019 non superano la soglia di 400mila euro

- 15% se i ricavi e i compensi del 2019 non superano la soglia di 1milione di euro

- 10% se i ricavi e i compensi del 2019 non superano la soglia dei 5milioni di euro

 

Il contributo sarà in ogni caso riconosciuto per un importo non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

 

Per tutte le info: www.agenziaentrate.gov.it